Tu sei qui

Impianto su Fiat Punto seconda serie (fari grandi)

Vedi tutto su:

Vedi tutto su:

Una saluto a tutti voi. Mi chiamo Mirko (sul Forum Subaru_wrc78) e voglio presentare qui il mio impianto stereo da poco ultimato e in fase di evoluzione. Partiamo dal dire che la configurazione è un 2 vie anteriore più subwoofer, lo scopo primario di questo impianto è quello di rendere il meno visibile possibile tutto il lavoro e per lo scopo è stato utilizzata una sorgente un po’ “particolare”, appunto per la necessità di occultare il display in una posizione poco visibile, ma che, allo stesso tempo, fosse un minimo “comoda” nell'utilizzo. Il tutto è iniziato con la decisione di fare l’impianto sulla Punto di mio padre, che ha acconsentito ponendomi un unico divieto, ovvero quello che non ci fosse la “radio” in vista.
Inizialmente la struttura dell’impianto doveva essere più semplice e il processore non doveva essere presente, poi man mano che studiavo il lavoro la cosa si è evoluta fino a questo punto, adottando un processore.

Configurazione impianto

Sorgente: Alpine CRA-1656SP + Alpine CDA-9886R, Multi CD Changer: Alpine CHA-S624 collegato mediante cavo a fibra ottica al processore, Processore: Alpine PXA-H701 + RUX-C701, Amplificatore: Genesis Five Channel, Tweeter: Technology LS 29 Neo, Woofer: Focal 6K1, Subwoofer: JL Audio 10W6v2 4+4ohm, Cablaggi vari: Audison, Connection, Impact, Rapunzel, Cobra.

Insonorizzazione:

Lamierati esterni e interni porte, parafanghi posteriori e portellone baule con Butyflex.
La realizzazione dei supporti, delle tasche e dei triangoli è stata fatta con lo scopo di rendere il tutto il più semplice e il meno invasivo possibile, le elettroniche hanno trovato la loro collocazione nella conca dove i passeggeri posteriori mettono i piedi, in pratica sotto i sedili del guidatore e del passeggero, lo scopo di questo posizionamento è per la necessità di mantenere il baule sgombro e il più funzionale possibile, non essendo mia l’auto ho dovuto fare in modo che in caso di necessità si possa sostituire la ruota di scorta senza dover fare inutili fatiche per alzare doppiofondo o cose simili.
L’installazione è stata eseguita completamente da me, con la partecipazione di Francesco (sul Forum Mistral) per l’insonorizzazione delle porte e di Luca (sul Forum Frullo82) per la taratura che sto usando ora, ho cercato di mettere il cablaggio nella maniera più ordinata possibile, ho anche cercato di rendere il tutto il più isolato possibile usando calza anti-taglio e guaina termo restringente (rossa per il positivo e nera per il negativo) in abbondanti quantità. Le elettroniche sono state fissate (con bulloni e controdado autobloccante) su un supporto di multistrato da 1cm., che a sua volta è stato fissato alla scocca della vettura con bulloni e controdado autobloccante, ho adottato questo sistema per 2 motivi, il primario è perché cosi facendo sono sicuro che le elettroniche non si sviteranno cosi facilmente e non corro il rischio di trovarmele vaganti per l’auto, il secondo è perché cosi facendo spero che eventuali ladri abbiano il loro bel daffare nel cercare di portarsi a casa le elettroniche complicandogli notevolmente la vita.
Il Display della prima sorgente (Alpine CRA-1656SP) ha trovato collocazione nel cassettino del posacenere, soluzione che mi ha consentito di mantenere il portaoggetti nella predisposizione della radio e che ad un primo sguardo veloce da la sensazione che sulla vettura non vi sia nessun impianto stereo (ora però è occupato dall'attuale sorgente Alpine CDA-9886R), questa posizione è abbastanza comoda come gestione dei comandi ma come neo l’inclinazione del Display stesso che lo rende poco leggibile durante le ora notturne.
Tasche e triangoli sono stati realizzati sulla base dei supporti originali, per i triangoli è stata mantenuta la possibilità di regolare gli specchietti manualmente.

Considerazioni sull'ascolto

Grazie al processore Alpine è possibile eseguire tutta la taratura in attivo e questa per la verità deve essere ancora fatta, l’ascolto diciamo che ora come ora è da impianto base e per rendere l’auto “ben suonante” c’è ancora moltissima strada da fare, con possibili modifiche anche hai componenti (piu che altro mi riferisco hai diffusori) e all'orientamento dei componenti. Dire adesso che l'auto suona vorrebbe dire insultare il mondo del Car Audio, però con il tempo lo scopo sarebbe quello di renderla ascoltabile.

Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Crea Impianti hi-fi car
Impianto su Fiat Punto seconda serie
Impianto su Fiat Punto seconda serie
Impianto su Fiat Punto seconda serie
Impianto su Fiat Punto seconda serie
Impianto su Fiat Punto seconda serie
Impianto su Fiat Punto seconda serie
Impianto su Fiat Punto seconda serie
Impianto su Fiat Punto seconda serie
Impianto su Fiat Punto seconda serie
Impianto su Fiat Punto seconda serie

Ti potrebbe interessare anche