Tu sei qui

Approccio al car hi-fi

Vedi tutto su:

Prima di immergerci nel fantastico mondo del Car Hi-Fi, dovremmo imparare a conoscere la musica ed i nostri gusti musicali.

Può sembrare banale ma la configurazione di un impianto, dovrebbe essere impostata sulla base dei propri gusti musicali.
Partiamo subito con alcune brevi considerazioni: perché mai montare un subwoofer se ascoltiamo solo la musica lirica?
Perché soffermarci troppo sulle medie frequenze se ascoltiamo solo musica techno?

Dato che non esiste l'impianto perfetto, in effetti, un impianto dovrebbe essere configurato in maniera tale da riprodurre degnamente il nostro genere di musica preferito.
Fatta questa piccola considerazione, passiamo alle regole basilari di educazione!
Di norma, l'impianto che andremo ad elaborare, avrà la funzione di allietare i nostri viaggi e non quelli altrui: farci sentire ad un chilometro, non e' una bella cosa, magari lo è per noi, ma non per gli altri!
Cerchiamo di mantenere un volume moderato, quando siamo fermi ad un semaforo!
Quando siamo in autostrada, non esageriamo troppo con il volume dello stereo, potrebbe essere molto pericoloso!
Anche se potrebbe sembrare una sciocchezza, non teniamo il volume troppo basso quando siamo in movimento, l'orecchio per cercare di comprendere quel sibilo, ci distrae dalla guida!

Un'altra regola é quella di cercare di configurare e costruire il nostro impianto, con l'aiuto di una persona un più esperta, ci eviterà di commettere errori irreversibili!
Innanzitutto, dobbiamo porci un traguardo! Saper giungere ad una conclusione, significa essere riusciti in un impresa! Il più delle volte, un impianto sarà modificato nel tempo, questo di norma succede perché il nostro orecchio viene ad affinarsi!

In pratica, l'orecchio si abitua, cominciano a venire fuori quei difetti che prima ci risultavano impercettibili, la conseguenza è una corsa verso qualcosa di irraggiungibile!
L'importante é non illudersi mai di aver raggiunto la perfezione, la perfezione non esiste in nessun campo!

Insomma, prima di cimentarci nella costruzione del nostro impianto, sarebbe buona norma raccogliere il maggior numero di informazioni possibili!
Non puntare mai al massimo nella scelta dei componenti, scegliamoli invece, secondo le caratteristiche di cui abbiamo bisogno! Inutile sarebbe montare un subwoofer da 32cm in una cinquecento, quando con un push-pull composto da due 16cm potremmo ottenere un risultato migliore e più consono, non serve farci sovrastare da bassi molto potenti, se poi non riusciamo più a sentire le voci dei cantanti!

La scelta dei componenti è la cosa più difficile da mettere in atto. In alcuni casi, basta affidarsi a KIT belli e pronti (è il caso dei diffusori), in altri, un KIT potrebbe addirittura essere inadeguato.

Impariamo a scegliere, saper scegliere è un passo importante, diamoci un traguardo e cerchiamo di raggiungerlo nel migliore dei modi.
Curiamo sempre le cablature, studiamo il nostro impianto a tavolino, pensiamo prima alle caratteristiche che dovrà avere. Fissato il nostro obiettivo, possiamo dare un occhio al mercato e vedere cosa ci offre.

Cerchiamo di moderare le spese inutili (che molte volte vengono fatte dai meno esperti) ed investiamo tutto sulla qualità e su di un'attenta scelta dei componenti.

Saluto tutti i meno pratici, augurandovi un impianto come l'avete sempre desiderato, ma soprattutto fatto da voi con le vostre mani e seguendo i vostri gusti!

Se avete deciso che i consigli di Vittorio sono validi, iniziate a raccogliere informazioni dalle pagine di questo sito.

Articolo originale inviato da Vittorio nel 2002

Ti potrebbe interessare anche