Tu sei qui

Subwoofer collegamento in Mono o Stereo

Vedi tutto su:

Questo breve e sintetico tutorial cerca di rispondere alle domande comuni su come si possono collegare i Subwoofers e su come può essere configurato l'Amplificatore dedicato.

Amplificatore dedicato

Si, per ottenere il massimo ci vuole sempre un amplificatore dedicato solo al subwoofer. E' però molto comune usare due canali di amplificatore a 4 canali o a 6 canali. Nel secondo caso non avremo il massimo ma l'impianto funzionerà benissimo ugualmente. Si possono fare varie considerazioni e ipotesi ma è fuor di dubbio che con ampli dedicato solo al subwoofer raggiungeremo il massimo sia in fatto di pressione acustica sia in fatto di qualità.
subwoofer_collegamento_mono-stereo.gif

Cosa significa collegare a Ponte, in Mono o Bridge

Le tra espressioni hanno significato identico. Si tratta di collegare il subwoofer usando due canali di un amplificatore come se fosse uno solo. A tale scopo è necessario che l'amplificatore consenta il collegamento in Bridge. Lo potrete sapere consultando il manuale o guardando le serigrafie riportate accanto ai morsetti di uscita. Troverete la scritta MONO oppure la scritta BRIDGE più l'indicazione dove collegare i cavi destinati al subwoofer. Guardate la figura a lato.

Quando si usa il collegamento in Mono?

Di solito usiamo il collegamento in Mono quando abbiamo un subwoofer a singola bobina (l'altoparlante presenta un solo positivo ed un solo negativo) o quando, vedremo poi come, abbiamo collegato due o più bobine in modo da avere due soli cavi da collegare all'amplificatore.

E' redditizzio il collegamento in Mono

Si e no, dipende da quello che vogliamo ottenere e da come procediamo per raggiungere il nostro scopo.

Vogliamo la massima potenza senza badare alla qualità, allora possiamo collegare due bobine da 4 ohm in parallelo e poi collegarle all'amplificatore in Mono. In questo caso avremo un carico di 2 ohm che viene indicato nei manuali degli ampli con la relativa potenza risultante. Questo tipo di collegamento è fortemente sconsigliato per gli amplificatori a 4 o 6 canali che devono gestire l'intero impianto. Quello che avremo, rispetto ad un collegamento tradizionale in stereo sarà un incremento della intensità acustica pari a circa il 75%, che poi l'aumento di intensità acustica si traduca anche in un reale incremento della pressione sonora è tutto da dimostrare e cambia per tipologia di installazione.

Vogliamo privilegiare l'ascolto e disponiamo di un subwoofer a doppia bobina o di due subwoofer. Le soluzioni possibili sono due. Collegare le bobine in stereo ed avere un carico di 4 ohm per canale, quindi, adottando una soluzione di compromesso fra qualità e resa; oppure collegare la bobine in serie privilegiando l'ascolto

La terza ipotesi presenta forse la migliore soluzione. Abbiamo un subwoofer con un solo altoparlante mono-bobina, non possiamo fare altro che collegarlo in MONO. Questa soluzione è un modo per raggiungere entrambi gli obiettivi, qualità e resa

Come si collegano due o più altoparlanti in serie o in parallelo fra loro e quale sarà l'impedenza risultante

Consultate la pagina impedenza (guardate verso metà pagina).

Ti potrebbe interessare anche